baf39278-f1e3-4c6c-8876-64ac62553fd1

L’AMERICAN BAR

L’AMERICAN BAR

L’american bar, la soluzione perfetta per tirare su gli animi dopo l’abbuffata della cena, e far scatenare tutti i presenti! Ma due sono gli elementi che servono per far accadere ciò: drink a volontà e buona musica. Io associo il matrimonio ad un momento da viversi a pieno, con divertimento e spensieratezza, e se questa combo c’è, il buon risultato è assicurato!

Ho sentito anche molto spesso dire: ” No, i nostri ospiti non sono grandi bevitori, non necessitiamo di american bar”; o: ” Ma noi facciamo un pranzo nessuno usufruirà di questo servizio, quindi non lo prendiamo”.
Se vi steste chiedendo se le coppie a fine evento, si fossero pentite di non aver preso tale servizio, la risposta è: la maggior parte delle volte sì!
Capire se l’american bar fa al vostro caso, dipende infatti da alcuni punti.
Vediamoli assieme.

American bar al matrimonio, sì o no?

Capire se investire su tale servizio dipende soprattutto dalla vostra tipologia di invitati.
Rispondete a queste due domande:
– la maggior parte degli ospiti è formata da giovani?
– i nostri ospiti, sono bevitori?
Se al matrimonio fossero presenti persone intime e ristrette (dai 50 anni in su), capite che, l’american bar non è necessario, a maggior ragione se queste persone sono amanti del buon vino ma non dei cocktails. Ma non li lasciamo di certo a bocca asciutta! Bensì, c’è una formula studiata proprio per loro: l’open bar, di cui parlerò poco più giù.
Se invece, a contribuire al numero degli invitati, fossero in particolar modo amici, colleghi, cugini, che a cose normali sono grandi festaioli, l’american bar è d’obbligo.

American bar ed open bar, NON sono la stessa cosa!

L’american bar, è la formula con la quale i vostri ospiti possono accedere al bar e richiedere un cocktail.
Solitamente i drink che verranno serviti sono selezionati e decisi dagli sposi, ed il consiglio che posso dare è quello di andare su scelte classiche, come il gin tonic, il mojito, negroni, spritz ed altri; cosicché possano piacere ad una grande fetta di invitati.
Questa formula, viene data tramite pacchetti. Cosa vuol dire? Vuol dire un tot di drink ad una determinata cifra, ad esempio 50 drink per un tot di 400,00 euro. Altrimenti, tale formula può essere illimitata. Usufruite dell’american bar quando i vostri ospiti hanno un’età compresa tra i 25 ed i 45 anni e quando sono in numeri considerevoli.
Per tutte quelle persone che non amano in particolar modo il cocktail in sé per sé, ma preferiscono sorseggiare buon vino ed amari da vecchia scuola, considerate l’open bar.
L’open bar, ha una lista ristretta di alcune bevande ma ricercate, tra cui: vino, birre, amari e digestivi.
Questa scelta, permette ai tuoi ospiti, una volta concluso il pranzo o la cena che sia, di continuare a sorseggiare, mantenendo un fil rouge da ciò che c’era a tavola, fino ad arrivare al dolce.

American bar scenico

La stessa location con ristorazione, o catering qual ora abbiate scelto una location senza ristorazione interna, si occupa dell’american bar.
Ma volete qualcosa di più, di più super e scenico?
Affidatevi ad un bar catering, che ricreerà un bancone in perfetto mood con il vostro matrimonio!
Lo so, è un investimento particolarmente importante, ma se il vostro obiettivo è quello di offrire cocktails di qualità, con una preparazione scenica che sembrerà quasi uno spettacolo da far vedere ai vostri ospiti, questo fa al caso vostro.

Vi lascio alcune idee per renderlo ancora più unico: https://www.sposimagazine.it/idee-matrimonio/idee-originali-matrimonio/open-bar-matrimonio-idee/

Quanto a noi, vi lascio l’ultimo blog che riguarda la futura sposa! https://www.ilgiornoperfetto.it/acconciature-e-trucco-sposa-2024/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

IL COLORE DELL’ANNO 2024

IL COLORE DELL’ANNO 2024 Dall’anno 2022, i colori pantoni toccano nuances rosacee. Dal Very Pery