COSA SI CELA DIETRO AL PREVENTIVO DEI FIORI - Wedding Planner Toscana
b9034ec1-ae7a-4054-9bc1-5b4031ffe718

COSA SI CELA DIETRO AL PREVENTIVO DEI FIORI

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

COSA SI CELA DIETRO AL PREVENTIVO DEI FIORI

Costa troppo! Spero che la Chiesa sia inclusa in questo preventivo;
Per dei vasini riempiti di fiori, questo prezzo non è fattibile;
Lo faccio fare a mia suocera; Vorremmo il secco, sicuramente  costa meno.
Vi dico una cosa, i fiori COSTANO! Riflettete fin da subito se optare per un allestimento standard (simile a quello di altri) o se optare per qualcosa di particolare, elaborato e che stupisca gli ospiti. Altra opzione ancora: non tutti al giorno d’oggi prediligono per l’allestimento floreale, alcuni preferiscono giochi di tessuti sulla tavola, di candele, specchi ed oggettistiche che creano punti luce, risparmiando su ciò che riguarda i fiori. Ma perché è considerata robusta la somma finale di ciò? Cosa si cela dietro al preventivo dei fiori?
Nell’ultimo blog https://www.ilgiornoperfetto.it/cosa-e-il-moodboard-ed-a-che-cosa-serve/, in cui parlo della progettazione del mood board, anche i fiori si studiano in questa fase!

A far parte di questo investimento rientrano veramente tante cose, non solo il fiore in sé per sé. Le coppie non sanno davvero cosa c’è dietro, per cui oggi cerco di farvelo capire. Non tutti i professionisti hanno le stesse competenze, esperienza, manualità. In primis se vorreste vedere un bel risultato e sottolineo bel, fate sì che a seguire questo step sia una floral designer, la quale ha senza ombra di dubbio maggiore capacità di sviluppare un progetto adatto e su misura ai luoghi, nonché Chiesa, Comune e Location. Dopo aver letto varie recensioni, consiglio di prenderci appuntamento e di parlarci a voce. Notate subito se dotata di celle frigorifere, e laboratorio di produzione, significa tanto! Ps. immancabile la visione del book dei lavori svolti.

Cosa si cela dietro al preventivo dei fiori

Ad influirne è anche appunto la scelta di chi se ne occuperà ma le voci che ne fanno parte sono di più. Non si tratta di accumulare fiori sui tavoli bensì dovrà venir fuori una vera scenografia! Ovviamente concordata con voi. Questo significa che dietro a questo lavoro dovrà esserci una manualità davvero alta, ed il costo può cambiare anche in base al numero di personale che se ne occuperà.
Un altro fattore dipendente è anche il tipo di allestimento, allestire un tavolo imperiale con fiori di campo, avrà un costo diverso da un soffitto colmo di rose calanti. Oltre a questo, da mettere in preventivo ci sono: bouquet, Chiesa/comune/blessing, coroncine/braccialetti damigelle, centrotavola come sopraelencato, arco nuziale se lo si desidera, centrotavola, bottoniere sposo e testimoni. Una volta deciso lo stile ed il mood, è giunto il momento di scegliere in modo specifico i fiori che faranno parte degli allestimenti. Inutile negare che ci sono fiori più cari, come meno cari. La cosa importante da tenere in considerazione durante questo step è la stagionalità di essi. Non tutti sono adatti a determinate temperature. I fiori fuori stagione non dureranno quanto previsto…

Falsi miti

-Ho sentito dire spesso che il secco costa meno dei fiori. Sfatiamo il mito, non è così. Questo principalmente dovuto a due cose:
1. Il 90% del secco, ha rami singoli, questo vuol dire che per creare un volume che magari un solo stelo di fiori occupa, per il secco occorrerebbero almeno 5/6 rami. Immaginate anche un solo vasino in vetro quante code di volpe ha all’interno per dare un minimo di pienezza.
2. Il secco, è molto più difficile da trovare. Esempio, per trovare in grosse quantità la Silver Brunia, che personalmente amo, ho dovuto cercare in mezza regione. E si sa, l’esclusività e la rarità ha un costo maggiore.
-La fioraia del mio paese prende la metà. Ok è vero, ma non potrà mai eseguire lo stesso lavoro di una flower designer, non è scienza, è realtà quotidiana che ho visto e rivisto in parecchie situazioni!

Chicche per voi

-Non vorreste rinunciare al centro tavola pomposo, elegante e fresco, ma la spesa supera di un po’ il budget? Accompagnate ed aggiungete del verde in esso! Dona volume e spazio, dona un dettaglio in color verde, e sta quasi sempre bene in qualsiasi tipo di allestimento, salvo in casi eccezionali. Se non vi piacesse questa alternativa, potete sbizzarrirvi con della frutta ad esempio. Immaginate che bello una tavola con fiori bianchi e questi schizzi di colore dall’arancio, al rosa, al violaceo, al rosso; Come melograni, ribes o uva! In giuste dosi però, il troppo stroppia ed io stessa consiglio sempre cose minimal, in cui si vede il lavoro ben eseguito, limpido e pulito.
-Valutate bene dove poter inserire allestimenti floreali. Se avete selezionato una Location già ricca di dettagli, pareti nobili, lampadari sfarzosi, colori importanti e specchi, il fiore potrebbe andare a cozzare. Fatelo notare maggiormente nello spazio esterno in questo caso, o sulla tavola, ma non accostatelo a scenari già belli di loro, anche seppur spogli.

Vi invito a leggere nuovamente un nostro intervento su Zankyou: https://www.zankyou.it/p/cosa-fa-esattamente-un-wedding-planner-ecco-le-5-cose-di-cui-si-occupa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati