LE PARTECIPAZIONI DEL MATRIMONIO - Il giorno perfetto

LE PARTECIPAZIONI DEL MATRIMONIO

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

LE PARTECIPAZIONI DEL MATRIMONIO

Sono obbligatorie? Devono seguire lo stile del matrimonio? Partecipazione ed invito sono la stessa cosa? Quando consegnarle? Domande plausibili da fare, soprattutto se siete arrivati al punto di scegliere: le partecipazioni del matrimonio.

Prima di iniziare vi lascio in allegato, come sempre, lo scorso blog a cui dare un’occhiatina, e questa volta mi riferisco in particolar modo a voi SPOSE https://www.ilgiornoperfetto.it/quanti-atelier-visitare/.

Adesso veniamo al tema principale: le partecipazioni del matrimonio. Vi ho fatto alcune domande precedentemente, nonché quelle con cui si approcciano le coppie al punto di dover scegliere la partecipazione. Attenzione, non sono così scontate… Deduco che tanti di voi non sapevano che ci fosse differenza tra partecipazione ed invito, vero?

Una volta ricevuta la proposta, è importante iniziare a concentrarsi sui preparativi di nozze. La prima cosa da fare come vi ho detto più volte è scegliere il luogo della cerimonia e del ricevimento, CON PIANO B! Poi iniziate con la sfilza dei fornitori ed appena conclusa correte verso la direzione partecipazioni matrimonio. Le quali servono proprio a comunicare ai vostri invitati tutte le dovute informazioni riguardanti il vostro giorno. E come non lasciarvi il super profilo della mia calligrafa! https://www.matrimonio.com/partecipazioni-nozze/gloria-s-corner--e249413. La professionalità prima di tutto. 

Rispondo...

Le partecipazioni del matrimonio sono obbligatorie?

La risposta è SI! Altrimenti, come invitereste gli ospiti? Come comunichereste loro data e luoghi?
Il galateo suggerisce di evitare partecipazioni troppo “incasinate”, realizzate su cartoncini troppo colorati con disegni o decori eccessivamente bizzarri. La scritta, secondo la tradizione, dovrebbe essere semplice, ricordate che più lineare è, più il messaggio arriva chiaro. Oggi, però, le coppie sono libere di scegliere il tipo di partecipazione più strano e sbarazzino: dal più tradizionale, adatto per un matrimonio classico formale, alle più originali, colorate e fantasiose.

Devono seguire lo stile del matrimonio?

Anche a questa domanda la risposta è sì. Sono già passata sopra questo argomento, se ricordate, vi dissi che tutto ciò che fa parte del grande giorno dovrà essere in linea, nel giusto mood. Le partecipazioni sono il primo segnale che farà capire agli invitati il tipo di matrimonio. Se fatta bene, esse comunicheranno la locazione, quindi se al mare, o in campagna, o in una villa classica e formale; I colori utilizzati sicuramente li troverete come colori protagonisti del matrimonio. E se fosse un matrimonio a tema, nella partecipazione verrà scritto ciò che la coppia richiede per far sì di seguire il giusto stile! Un esempio? Party anni  50, o tema Hippie.

Partecipazione ed invito sono la stessa cosa?

NO. NO. NO. Le partecipazioni, annunciano il matrimonio e contengono le informazioni principali da comunicare agli ospiti: data, ora e luogo della cerimonia. Così facendo tutti i partecipanti hanno le giuste info per passare dalla Chiesa o Comune che sia ed assistere. Gli inviti, invece, sono rivolti alle persone chiamate a partecipare a tutto l’evento, dalla celebrazione al ricevimento.

Quando consegnarle?

Come ultima risposta ma non meno importante andiamo a toccare le tempistiche. Consigliato consegnarle almeno 2 mesi netti prima, ma se in questi due mesi rientrassero Luglio/Agosto, prendetevi un altro mese di consegne, ovvero 3 mesi prima. In questo periodo molti dei vostri invitati potrebbero essere  in vacanza ed avere le ferie, non rischiate di non farli arrivare l’invito!

 


		

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

LE FEDI DI MATRIMONIO

LE FEDI DI MATRIMONIO Ancora mai nessuno ha parlato delle fatidiche fedi, coloro che simboleggiano