COME SCEGLIE LO SPOSO, IL SUO ABITO? - Wedding Planner Toscana
ae693604-3910-43d5-b60e-75143efee3c5

COME SCEGLIE LO SPOSO, IL SUO ABITO?

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

COME SCEGLIE LO SPOSO, IL SUO ABITO?

Lo sposo, chi mai sente parlare del povero sposo…
Tendiamo tutti a privilegiare la sposa, a parlarne maggiormente, forse perché come ogni donna, vuole le attenzioni su di lei e dunque lo facciamo involontariamente; Molti dicono che ella vive di più la situazione circostante, altri che sente le pressioni moltiplicate per venti. Ma i protagonisti quel giorno sono due, LO SPOSO e la sposa, nessuno sta uno scalino sotto all’altro.
Quindi oggi, in favore ai principi azzurri, voglio parlare solo ed esclusivamente di loro. Parlai di qualcosa di simile all’inizio dell’apertura del mio blog: https://www.ilgiornoperfetto.it/abito-da-sposo/, ma con questo nuovo articolo che state per leggere, voglio entrare nei dettagli e voglio dare una mano concreta a tutti i futuri sposi in crisi.

Tempo fa citai i consigli della suocera, i look, dettagli, capi in & out, spoilerandovi pillole utili per essere alla moda.
Attraverso quest’ultimo però, voglio darvi vere e proprie regole per far sì che il vostro aspetto, sia wow, di effetto, dalla testa ai piedi. Si sa, la sposa avrà moltissimi occhi puntati addosso, ma anche lo sposo ha il diritto al suo momento di eleganza.
Dunque, procediamo! Come sceglie lo sposo, il suo abito?

“Cosa penso io, del look uomo”

Non è vero che per l’uomo sia più semplice la scelta dell’abito. Anzi, nella mia testa ho sempre pensato ad essa come più particolare, le attenzioni nell’abbinare il tutto in modo eccelso, è forse più complicato di trovare un solo abito da sposa. Non è questione di trovare un abito a sirena, o a linea impero che ci stia bene. Bensì, all’uomo dobbiamo trovare:
– Giacca e pantalone dello stesso coordinato.
– Camicia che non stoni sotto alla giacca, ed il tessuto di essa deve mantenere equilibrio.
– Calzino, che si noti ma che non stacchi di colore.
– Cravatta, o papillon che sia o tono su tono o che spezzi la cromia.
– Ah, e le scarpe. La donna ha l’opzione della decollete o del sandalo con tacco in colorazione bianco/avorio/argento… Ma vi assicuro che l’uomo non ha una scelta così ridotta.
So che volete qualche esempio, per cui: Oxford (scarpa formale e raffinata), Derby (più informale), Mocassino (pratico e versatile), Monk strap (giovanili, che ricordano lo stile britannico) e molte molte altre.

Le regole per essere impeccabili

Eccoci arrivati alla parte a cui tenevo in particolar modo. Vi sfoggio le 5 regole per aiutarvi nella domanda: “Come sceglie lo sposo, il suo abito?”.

Numero 1

Come l’abito della sposa, anche l’abito dello sposo deve essere adattato alla location, deve esser quindi formale al punto giusto. Sicuramente in spiaggia il completo è diverso da un completo in una Villa d’epoca no?
A fare dipendere il tipo di abito è anche l’orario. Un completo diurno, indossato di giorno è sicuramente più casual e diverso da un completo notturno, indossato di sera, come ad esempio uno smoking sul quale non si erra mai!

Numero 2

Coordinare il look a quello della tua lei è importante! Potete immaginare se lei si presentasse con un abito di linea scivolata, morbido in color pastello e tu sei impalato all’altare ad aspettarla con indosso un frac. E’ anche vero che l’abito della sposa, fino a che non la si vede è una sorpresa, ma è giusto ed utile dare quei pochi indizi per capire su che stile andare a parare prima dell’ufficiale acquisto.

Numero 3

Inutile dire che dovete basarvi anche sulla fisicità.
A te, sposo alto con fisico ben impostato, uno smoking od un completo dal taglio slim è ciò che fa per te, mettiti in risalto!
A te, sposo dal fisico esile e asciutto, con la giacca a doppio petto non sbaglierai.
Mentre a te, sposo con un chiletto di troppo (super recuperabile), no ai completi chiari, andate su un bel blu notte o nero e se volete slanciare la figura, vi consiglio giacca con due o tre bottoni.

Numero 4

E’ l’abito della vita, dategli importanza e “cucitevelo addosso”. Con questo voglio dire di farvelo realizzare su misura o di apportare modifiche al capo in base alla vostra fisicità. Non fa così bon ton lo sposo con la manica di 10 cm più lunga della mano.

Numero 5

Ultima regolina ma non meno importante, date libero sfogo agli accessori pure voi! Quelli sì che danno un tocco chic inaspettato. Alla fin fine, il dettaglio, è ciò che rende veramente speciale il look.
Tra questi immancabile la boutonnière (abbinata ai fiori del bouquet della sposa), cravatta o papillon come dicevo prima e gemelli (accessorio che personalmente amo).

Vi invito a leggere nuovamente un nostro intervento su Zankyou: https://www.zankyou.it/p/cosa-fa-esattamente-un-wedding-planner-ecco-le-5-cose-di-cui-si-occupa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati